Brano in onda

Title

Artist

Non si sente? Clicca qui!

Background

Addio a Mino Raiola: l’uomo che ha rivoluzionato il calcio…mercato

Scritto da on 2 Maggio 2022

Dopo un’altra grande lotta, l’ultima della sua straordinaria carriera, si è spento Mino Raiola.
Stavolta, a dare l’annuncio, ci ha pensato la famiglia del noto procuratore, pubblicando un post d’addio sugli account social dell’agente.
Mino aveva 54 anni ed era da tempo ricoverato al San Raffaele di Milano, a causa di gravi patologie polmonari.

Nato a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, Mino si trasferisce sin dalla tenera età con la sua famiglia in Olanda, ad Harleem.
Qui lavora come cameriere nel ristorante del padre, ex meccanico, e inizia a giocare nelle giovanili della squadra locale.
Grazie alla multiculturalità presente nei Paesi Bassi, riesce ad imparare ben sette lingue.
Da qui l’ispirazione: a meno di vent’anni, Raiola lascia il calcio giocato per dedicarsi al mondo degli affari.

Il resto è storia, Mino diventa uno dei procuratori più influenti del panorama calcistico internazionale.
Negli anni Novanta, riesce subito a portare in Italia due giovani talenti olandesi, scuola Ajax. Si tratta di Denis Bergkamp e Wim Jonk, che lasciano Amsterdam per andare all’Inter, dove vinceranno la Coppa Uefa. Mino diviene quindi agente FIFA e fonda una società con sede a Montecarlo, la Sportsman.

Da Zlatan Ibrahimovic a Mario Balotelli, da Gigio Donnarumma a Paul Pogba: alcuni dei più grandi campioni internazionali vengono gestiti sotto l’egida di Raiola.
I trasferimenti in Italia di De Ligt, Lozano e Lukaku sono gli ultimi del suo sfavillante curriculum.

Da sempre fuori dagli schemi, contro i poteri forti di FIFA e UEFA, fenomeno nel suo ruolo e precursore della sua evoluzione.
Raiola resterà un visionario, un procuratore che ha avuto occhio nel calcio, e nella vita, un agente che ha cambiato per sempre le logiche del calciomercato.

Ciao Mino, ci mancherai.


Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati da *



Continua